Passeggiate in Lombardia: 10 idee per le tue gite primaverili

Passe

Mentre scrivo questo articolo siamo quasi in zona gialla e sogno mille passeggiate, qui in Lombardia, non lontano da casa. Sono certa che quando saremo liberi di poter uscire, avremo tantissima voglia di goderci la primavera e i suoi colori, il sole tiepido e i rumori della natura. O almeno, io non vedo l’ora!

Personalmente mi sono accorta di essermi impigrita, sono un pochino fuori forma e non so se ricomincerò subito con i trekking potenti in montagna, con sveglia alla mattina presto, rientro alla sera tardi, i panini che si schiacciano nello zaino perché i rifugi saranno magari ancora chiusi… no, penso proprio che mi dedicherò a delle tranquille passeggiate semplici, in piano, che non costino troppa fatica.

Se anche tu sei del team “ricomincio con calma” ecco una lista di passeggiate lombarde molto piacevoli da fare, suddivise per provincia per renderti l’organizzazione più comoda. Enjoy!

Passeggiate in Lombardia: Bergamo

Partiamo dal mio campo di specializzazione: quello delle passeggiate a Bergamo. Tra Parco dei Colli, Orobie e fiumi, chi ama camminare qui non si annoierà mai. In questo articolo ti do qualche consiglio sulle mie mete preferite per passeggiate molto semplici ma sempre a contatto con la bellezza.

In cammino da Astino a San Vigilio

Senza dubbio la mia passeggiata preferita, quella che percorro non appena ho una libera mattina tutta per me! Dalla Valle di Astino, dietro il quartiere di Longuelo, si sale superando il Monastero medievale, con una bella salita fino al Tempio dei Caduti. Poco oltre dovrai imboccare lo Scorlazzone: un’altra ripida salita, sì, ma il panorama ti ripagherà di tutte le fatiche!

Una volta arrivato in cima, puoi salire ulteriormente (ehi, welcome to Bergamo, la città sui colli!) per le scale che ti portano fin sopra al Castello di San Vigilio: da qui l’occhio spazia a 360 gradi lungo le Valli, Città Alta, le Orobie e nelle giornate più terse fino a Milano!

Passeggiate Astino
Il Monastero di Astino, immerso nel verde dell’omonima Valle

A spasso sul Monte Canto

Probabilmente se non sei della zona non hai idea della sua esistenza, ma il Monte Canto è un monte “orfano”, cioè staccato dalle Prealpi Orobie, che si incontra poco più a est del fiume Adda e prima della Val San Martino. Per me che ci abito vicino è la meta ideale per una passeggiata nei boschi, ma potrebbe piacere anche a te! A questo link trovi una mappa dei numerosi sentieri che puoi percorrere. Ti consiglio di fare almeno una tappa relax vicino alla Chiesetta di Santa Barbara.

Passeggiate in Lombardia
Uno dei tanti sentieri sul Monte Canto

Ciclovia della Val Brembana

Una pista molto bella e ben curata, percorribile a piedi o in bicicletta per 23 chilometri lungo il vecchio tracciato della ferrovia che attraversa i meravigliosi borghi della Val Brembana. Scegli il tuo tratto preferito consultando questo sito l’articolo che ho scritto per il blog de I Weekendieri sulla Val Brembana (la mia valle bergamasca preferita!)

Piani dell’Avaro

Restiamo in Val Brembana, sopra Cusio: se ti piace la montagna ma non ami faticare, questo è il posto perfetto per te! I Piani dell’Avaro sono un altopiano che offre un percorso ad anello molto panoramico, di pochi chilometri e senza salite. Qui trovi anche il Rifugio Al Ciar, sempre attivo con molti eventi interessanti.

Passeggiate facili Lombardia
L’idillio dei Piani dell’Avaro

Passeggiate in Lombardia: Lecco

In provincia di Lecco le possibilità di fare due passi senza fretta sono davvero tante. Ogni paese che sorge sulle rive del lago ha il suo piccolo o grande lungolago, devi solo scegliere il tuo preferito! E io ti consiglio altre due passeggiate imperdibili.

Lago di Garlate

Pochi conoscono questo lago, molti credono che sia già lago di Lecco o ancora fiume Adda. E invece il lago di Garlate esiste e una pista ciclo-pedonale molto bella permette di farne il giro completo. Si tratta di circa 15 chilometri, tutti in piano. Puoi lasciare l’auto a Garlate, percorrere tutta la sponda fino a Pescate e poi attraversare il Ponte Azzone Visconti alle porte di Lecco.

Una volta attraversato il ponte eccoti a Pescarenico, che era un villaggio di pescatori e ne conserva ancora il fascino. È anche un celebre luogo manzoniano, ricordi il convento dei Cappuccini in cui vivevano Fra Cristoforo e Fra Galdino? Era proprio qui! Osservando Pescarenico dalla sponda opposta si vede anche il monte Resegone stagliato sullo sfondo, uno spettacolo! Prosegui poi fino a Vercurago per goderti il tramonto dal lungolago, magari insieme a una birra fresca, prima di rientrare a Garlate. Se hai tempo sali anche al Castello dell’Innominato!

Lago di Garlate
Pescarenico e il Resegone

Sentiero del Viandante

Il Sentiero del Viandante in realtà è un vero e proprio cammino che ti permette di costeggiare il lato orientale del Lario per un totale di 45 chilometri. Ok, stavamo parlando di passeggiate facili: ti consiglio solo la tappa più bella! Lascia l’auto a Varenna e percorri il sentiero fino a Bellano, poi da lì prendi il treno per tornare indietro. Semplice, no? Il primo tratto di sentiero, che da Varenna sale al Castello di Vezio, è tutto in salita, ma poi diventa molto più semplice e il panorama sul lago è splendido!

Passeggiate in Lombardia sulla Greenway del Lago di Como

Una passeggiata molto panoramica per dieci chilometri – tutti in piano! – sulla sponda occidentale del Lario. La Greenway del Lago di Como segue una parte del tracciato dell’antica Via Regina.  Adatta a tutti e in tutte le stagioni, attraversa sette incantevoli borghi : Colonno, Sala Comacina, Ossuccio, Lenno, Mezzegra, Tremezzo e Griante.  Su questo percorso si trovano anche due ville imperdibili, la Villa del Balbianello e Villa Carlotta con il suo sorprendente Giardino Botanico.

Brescia: alla scoperta delle Torbiere del Sebino

Le Torbiere del Sebino sono Riserva Naturale e zona umida di importanza internazionale. Fino agli anni Settanta qui si estraeva la torba, poi per fortuna sono stati imposti dei vincoli per la salvaguardia dell’ambiente e della biodiversità.

Estese tra i comuni di Iseo, Provaglio e Corte Franca, le torbiere hanno un costo di ingresso di 1€ e vi sono diversi sentieri con postazioni di birdwatching. I più belli secondo me sono il percorso centrale, molto suggestivo perché attraversa il bacino d’acqua da una parte all’altra, e il percorso sud, panoramico e che permette di visitare anche il Monastero di San Pietro in Lamosa con i suoi affreschi del XVI secolo. Quando c’è poca gente si riesce a scovare anche qualche animaletto!

Torbiere del Sebino
Il percorso centrale delle Torbiere del Sebino

Due passi a Milano: il Naviglio della Martesana

Il Naviglio della Martesana è noto anche come Naviglio Piccolo e collega il fiume Adda alla città di Milano, attraversando Trezzo, Vaprio, Cassano, Inzago, Bellinzago, Gessate, Gorgonzola, Cassina de’ Pecchi, Cernusco, Vimodrone e Cologno Monzese. Dopo circa 40 chilometri, una volta giunto a Milano il Naviglio scorre fino all’affascinante Cassina de’ Pomm per poi sparire sotto terra. Non ti resta che decidere quale (o quali) tappe percorrere!

Martesana passeggiare
Il tratto milanese del Naviglio della Martesana, poco prima della Cassina de’ Pomm

Passeggiate in Lombardia lungo il fiume Adda

Nell’area del Parco Adda Nord, l’alzaia che costeggia il fiume è interamente percorribile, a piedi o in bicicletta. Da Lecco a Truccazzano, attraverso la provincia di Lecco e quella di Milano, passando per Bergamo sulla sponda est. Tra natura e centrali idroelettriche, sulle orme di Leonardo da Vinci: anche qui, c’è l’imbarazzo della scelta, non ti resta che scegliere il tuo itinerario sul sito del Parco Adda Nord.

Passeggiate Adda
Un tratto della pista ciclo-pedonale sul fiume Adda

Spero che questo articolo ti sia stato d’ispirazione per le tue prossime gite! Se hai bisogno di altri consigli su cosa vedere nella nostra bellissima Lombardia, tieni d’occhio questa pagina o cercami su Instagram.

A presto!

Ti è piaciuto questo articolo? Salvalo su Pinterest!

gite in Lombardia

Lisa

Ciao, sono Lisa!
Ho fondato The Worldwide Journal per condividere le mie più grandi passioni: viaggiare, scrivere e leggere.
Quando non faccio queste cose vado a camminare in montagna, a visitare una mostra d'arte o a bere una birra. Ho un debole per i soffitti affrescati, i cactus e la storia sovietica.

Articoli consigliati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *